Poveri

 

 

 

 

 

    Nel 2017 si sono rivolte alla rete Caritas quasi 700 famiglie. L'elaborazione dei dati provenienti dai 16 centri di ascolto dell'intera diocesi (Potenza, Muro Lucano e Marsico Nuovo), racconta che oltre l'84 per cento delle persone accompagnate è di nazionalità italiana, dato in controtendenza rispetto alla media nazionale e in percentuale nettamente superiore rispetto alla media del Meridione (67,6 %).

       L’età media delle persone che, sempre nel 2017, si sono  rivolte alla Caritas rimane compresa  tra i 45 ed i 54 anni, ma negli ultimi tempi è cresciuta l’incidenza dei giovani tra i 25 e i 34 anni. La povertà sta assumendo carattere strutturale e colpisce trasversalmente svariate categorie di persone. In generale, sono le donne le prime a chiedere aiuto per il proprio nucleo di appartenenza , anche se ultimamente la forbice rispetto agli uomini è diminuita. Difatti molti padri di famiglia sessantenni, che hanno perso il lavoro o non possono andare in pensione; e altrettanti giovani padri disoccupati e/o separati  vanno con sempre maggiore frequenza presso i Centri di Ascolto Caritas. Il livello di istruzione, inoltre, continua ad essere fortemente legato alle difficoltà economiche: non a caso si sono aggravate le condizioni di quelle famiglie nelle quali la persona di riferimento ha solo la licenza media. E tuttavia, aumentano i diplomati e i laureati che chiedono aiuto, evidentemente a causa di occupazione precaria o sottoccupazione.

                                                            

Il quadro appena descritto dalla Caritas diocesana non si discosta molto dalla situazione rionale registrata dalla Caritas Parrocchiale di Sant’ Anna (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Che da diversi anni è impegnata nell’ accoglienza e nel sostegno  dei bisognosi. Oltre al centro di ascolto, sono attivi in parrocchia i servizi di aiuto alimentare, distribuzione di indumenti, abito da sposa gratuito ed altro ancora. (vedi VOLANTINO) Dal canto suo, la Caritas diocesana, ha da tempo aperto diversi sportelli nel centro di Bucaletto: legale, patronato, tutoraggio scolastico, prestito della speranza, tutela dei consumatori. E ancora : un ambulatorio medico solidale, uno farmaceutico, una biblioteca di quartiere e un servizio di consulenza psicologica.

NOTIZIE  POVERI

 


 

A Potenza, in via Di Giura, è aperta la Casa di Accoglienza "Don Tonino Bello". Assicura un letto e un pasto caldo a chi ne ha bisogno. Per altre informazioni, clicca sul volantino :

 

 

LINK UTILI

https://www.forumdisuguaglianzediversita.org

 

© 2018 COMUNITÀ SS. Anna e Gioacchino